L’umiltà non fa mai rumore

Camminavo con mia nonna, quando all’improvviso si arrestò ad una curva e dopo un breve silenzio mi domandò: “Oltre al canto dei passeri, senti qualcos’altro?”. Aguzzai le orecchie e dopo alcuni secondi gli risposi: “Il rumore di un carretto”. “Giusto – mi disse –. È un carretto vuoto”. Io gli domandai: “Come fai a sapereContinua a leggere “L’umiltà non fa mai rumore”

Pian piano. Perdersi!

È così che ci si perde sai. Tra una parola non detta e una parola detta di troppo. Tra un’attenzione mancata e un sentimento non dimostrato. Tra un’emozione taciuta e un eccesso di rabbia esternato. È così che ci si perde. Per orgoglio. Per non saper chiedere scusa. Per non saper rimediare ad un erroreContinua a leggere “Pian piano. Perdersi!”

Autunno

C’è una luce diversa nell’autunno. C’è una velleità di tregua, un bisogno di lasciare le folle estive, di avvolgersi nei suoi colori, di muovere passi leggeri sui dorati viali alberati della campagna, di rientrare delicatamente dentro noi stessi.In autunno dovremmo poter misurare il tempo con gli alberi:“Dr. Veneziani quanto manca alla consegna del suo lavoro?”…..”dueContinua a leggere “Autunno”