Noi siamo le nostre relazioni

Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei!

Ciascuno di noi è immerso in un mondo di relazioni. Nasciamo dall’interazione tra due individui, ci sviluppiamo in rapporto alle persone che ci crescono e che ci imprimono uno specifico stile relazionale. Ma la nostra costruzione continua per tutta la vita attraverso gli scambi di ogni relazione significativa (partner, maestra, prete, allenatore, educatore, amico, …), sia positiva che difficoltosa.

Per esistere, abbiamo bisogno degli altri, perché è nell’incontro con l’altro che sperimentiamo somiglianze, differenze e quindi i nostri confini corporei e psichici.

E’ parte della natura umana dell’adulto, dibattersi tra due grandi bisogni: il bisogno di APPARTENENZA al proprio sistema familiare che gli ha dato la vita, lo ha allevato, e con il quale ha costruito migliaia di scambi; il bisogno di DIFFERENZIAZIONE, la spinta spontanea che lo porta ad esplorare il mondo, disegnare un progetto esistenziale autonomo per inserirsi creativamente in nuove relazioni fino a generarne di nuove con la discendenza, in un meccanismo transgenerazionale di sopravvivenza dei valori ricevuti e da tramandare.

Ecco che la nostra esistenza non si sviluppa nel vuoto, ma in un continuo confronto con l’altro che dura tutta la vita a partire da quello che gli esperti definiscono ‘massa indifferenziata dell’io famiglia’.

La consapevolezza che noi siamo costruiti e costruttori di relazioni, è una chiave di lettura utile per rileggere la nostra situazione esistenziale e relazionale, che può aiutarci a prendere decisioni e agire opportuni cambiamenti.

È vero quindi, noi siamo le nostre relazioni e, di conseguenza, possiamo determinare, con scelte coscienti, chi in realtà vogliamo essere.

La fortuna ma anche la costanza di emanciparsi e di diventare la parte migliore di noi stessi, costruendoci delle relazioni stabili, dovrebbe essere la nostra “cartina stradale,” la nostra guida per vivere una vita più piena, appagante e serena. Una vita volta più verso l’esterno di noi, di conseguenza, meno egocentrica e più inclusiva.

Ecco 3 suggerimenti per aiutare a coltivare relazioni sane e rafforzare le connessioni con gli altri:

1. Respira in una conversazione difficile

Respirare nel diaframma ti porta effettivamente in una modalità più calma che rende la comunicazione molto più semplice. Se tieni per mano i tuoi cari e i membri della famiglia durante le conversazioni difficili, è più facile rimanere positivi in mezzo ai conflitti. Concentrati sul tuo cuore quando comunichi con gli altri. Evita di incolpare e proiettare (assegnando ad altri i tuoi bisogni e sentimenti non soddisfatti). Nel suo libro sulla genitorialità con intenzione, Dan Siegel scrive di come la comunicazione premurosa supporti lo sviluppo di un attaccamento sano e che sia un elemento critico nella costruzione di relazioni di fiducia. La comunicazione premurosa è un obiettivo degno, indipendentemente dalle connessioni che stai cercando di rafforzare.

2. Sii emotivamente sensibile ed emotivamente responsabile

Assicurati di lavorare sulle tue preoccupazioni (depressione, bisogno emotivo, essere timido, problemi di salute). Impara strategie che ti aiutano a mantenere la calma anche quando le tue emozioni sono innescate. Ci sono due parti del cervello che lavorano l’una contro l’altra durante un conflitto emotivo: il cervello limbico / emotivo e la corteccia prefrontale. Quando si è intenzionati a prendersi cura di sé (ad esempio, imparare a risolvere i conflitti, dormire a sufficienza, fare abbastanza esercizio fisico) e impegnarsi in pratiche come la consapevolezza, il cervello limbico e la corteccia prefrontale lavorano in modo cooperativo e avrete più autocontrollo. Quando porti consapevolezza a questo processo, il collegamento con gli altri diventa più confortevole.

3. Ricordati di fare a turno

La tua attività preferita stasera, la preferita di qualcun altro domani sera. Le attività alternate aiutano a mantenere alto il quoziente di divertimento di tutti, il che facilita le relazioni. È più facile andare d’accordo quando fai cose che ti piacciono davvero. Condividere gli interessi è un ottimo modo per connettersi o ristabilire una connessione che sembra indebolita dal tempo e dalle sfide.

Seguimi sul mio profilo Instagram:

https://www.instagram.com/paolo_bran_veneziani/

Pubblicato da paolobran

#Coach, #giornalista, #brandambassador, #attualità #notizie, #salute #benessere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: