C’è un giudice chiamato Tempo che mette tutti in riga

Siamo tutti liberi di intraprendere le azioni che vogliamo, ma non siamo padroni delle conseguenze. Un gesto, una parola o una cattiva azione causano sempre un impatto più o meno percettibile e, anche se non ci pensiamo, il tempo è un giudice molto saggio. Non dà subito le sue sentenze, ma tende sempre a dare ragione a chi di fatto ce l’ha.

Il celebre psicologo e ricercatore Howard Gardner qualche tempo fa sorprese il suo pubblico con un ragionamento: “Una persona cattiva non potrà mai essere un bravo professionista”. Per il padre delle intelligenze multiple, gli individui mossi solo da interessi personali non raggiungeranno mai l’eccellenza; questa realtà si rivela prima o poi nello specchio del tempo.

Raccogliamo quel che seminiamo e, anche se siamo liberi di compiere le azioni che desideriamo, non abbiamo potere sulle conseguenze poiché, prima o poi, un giudice chiamato Tempo darà ragione a chi ce l’ha.

È importante ricordare che elementi comuni, come un tono di voce polemico o l’eccessivo utilizzo di prese in giro ed ironia nel linguaggio, tendono a portare a serie conseguenze nella sfera affettiva e personale delle vittime in questione. L’incapacità di assumersi la responsabilità delle proprie azioni rappresenta un’assenza di maturità che, prima o poi, comporta delle conseguenze.

Il tempo, un giudice saggissimo

Facciamo un esempio: immaginatevi un padre che educa con severità e assenza d’affetto i suoi figli. Sappiamo che questo stile di educazione porterà a delle conseguenze, ma la cosa peggiore è che questo padre cerca, tramite queste azioni, di dare al mondo persone forti e determinate. In realtà, ciò che otterrà è probabilmente molto diverso da ciò che voleva: infelicità, paura e autostima bassa.

Con il tempo, questi bambini diventeranno adulti e sputeranno sentenze: si allontaneranno o eviteranno il padre, cosa che quest’ultimo non riuscirà a spiegarsi. Questo perché, spesso, chi fa del male non si sente responsabile delle sue azioni, non possiede sufficiente vicinanza emotiva e preferisce addossare la colpa agli altri (“i miei figli sono degli ingrati, non mi vogliono bene”).

Al fine di ricordare che ogni singola azione, per quanto piccola, ha delle conseguenze, potete fare uso della cosiddetta “responsabilità piena”. Essere responsabili non significa solo assumersi la colpa delle proprie azioni, ma anche capire che susciterete necessariamente una risposta negli altri, che sarete maturi quando sarete responsabili di tutte le vostre parole, azioni e riflessioni che genererete; in questo modo, creerete benessere in voi e negli altri.

La responsabilità: un atto di coraggio

Cercate di fare in modo che le vostre azioni siano più significative delle vostre parole, che la vostra responsabilità sia il riflesso della vostra anima; per riuscirci, provate a formulare sempre pensieri positivi. In questo modo, potete stare certi che il tempo vi tratterà come vi meritate.

Dovete ricordare che siete “proprietari” di molte delle circostanze della vita e che, se volete generare benessere in voi e in chi vi circonda, potete farlo per mezzo della responsabilità personale. Si tratta di un grande atto di coraggio.

Seguimi se vuoi sul mio profilo Instagram:

https://www.instagram.com/paolo_bran_veneziani/

Pubblicato da paolobran

#Coach, #giornalista, #brandambassador, #attualità #notizie, #salute #benessere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: