Figli ingrati della Terra sofferente

Liquidificazione del suolo e dei ghiacciai, la morte delle barriere coralline, surriscaldamento globale, siccità da una parte e allagamenti alluvionali dall’altra, plastica che avvelena oceani e di conseguenza la catena alimentare.

Secondo i due ultimi premi Nobel abbiamo solo 12 anni per cambiare le cose. 12 anni sembrano tanti ma passano in un baleno.

Ma vogliamo capirlo si o no, che Madre Terra è l’unica casa che abbiamo. L’unica che ancora dimostra la Sua amorevole protezione verso i di noi, suoi abitanti e malgrado noi, suoi ingrati figli.

Ognuno si prenda le sue responsabilità e diventi un esempio per gli altri. Delegare è inutile, aspettarsi misure deterrenti dai potenti è altrettanto privo di senso.

Siamo noi il cambiamento, ognuno di noi diventi il cambiamento. Non abbiamo più tempo per attendere che altri agiscano per nostro conto.

Lottiamo per salvare questa nostra Madre che ci sostiene. Facciamolo subito!

Facciamolo ora!

Non crederete mai quanto l’esempio, anche solo di una persona, possa allargarsi ad altre e ad altre ancora, fino a diventare un fiume in piena di consapevolezza.

Non è un nostro diritto è un nostro dovere!

Pubblicato da paolobran

#Coach, #giornalista, #brandambassador, #attualità #notizie, #salute #benessere

8 pensieri riguardo “Figli ingrati della Terra sofferente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: