Dopo di te – Oltre le onde del mareRomanzo breve a due voci di Matteo Tosi

“Quando le parole parlano all’anima”

È un grande piacere per me e sono certo per tutti voi, presentare sul blog il libro di un caro amico, Matteo Tosi, straordinario e poliedrico artista italiano.

SU AMAZON E AMAZON KINDLE – ADERISCE A KINDLE UNLIMITED IN FORMATO CARTACEO E DIGITALE

• Autore: Matteo Tosi

• Editor: Diego Di Dio

• Illustrazione: Antonella Monterisi

• Prefazione: Michela Zanarella

• Genere: Romanzo psicologico/ Diario

• Tema: Conflitto Madre figlio

• Ambientazione: Fiume Po, Delta del Po

• Caratteristiche: Racconto a due voci a metà strada tra il diario e il monologo teatrale

• Particolarità: Il libro chiude con la lettera del protagonista Luca alla madre Hélène. A partire da quella lettera, Tosi ha voluto creare uno spazio dedicato al lettore dal titolo: Le parole taciute. Quante volte – dice – avremmo voluto dire, parlare, comunicare e non lo abbiamo fatto. Acquistando la versione cartacea, è possibile scrivere quelle parole, rendendo il libro un oggetto unico da conservare o da regalare. L’autore chiede anche al lettore di condividere con lui le lettere. Le più belle e le più emozionanti saranno pubblicate nel prossimo volume.

I muoiono nel momento in cui prendono forma le parole”

(Arthur Schopenhauer)

• Pagine 112

• Copertina flessibile

• ISBN 979-8656966290

• Amazon

• Link Amazon

https://www.amazon.it/dp/B08BW9Y51K/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=dopo+di+te+oltre+le+onde+del+mare&qid=1593191077&sr=8-1https://www.amazon.it/dp/B08BW9Y51K/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=dopo+di+te+oltre+le+onde+del+mare&qid=1593191077&sr=8-1

• Link su www.matteotosi.net

• Pagine fb Matteo Tosi Pubblico – Matteo Tosi

• Pagina Instagram @matteotosiofficial

• Twitter @matteotosiactor

QUARTA DI COPERTINA

Dopo di te – Oltre le onde del mare

Luca sta dormendo nel suo letto. Un incubo lo sveglia di colpo, sente il rumore di passi, la porta si apre. È Hélène: “Ti va di venire al mare?” Luca non risponde. 

L’orologio segna le ore 15.43. 

Luca è seduto in macchina, una Chevrolet d’epoca, al suo fianco la mamma Hélène. È una donna bella, elegante, che ha vissuto una vita nel jet set internazionale. 

Stanno percorrendo una strada sull’argine del Po, verso il mare. Luca ha tanta rabbia dentro ed è bloccato, Hélène vorrebbe che uscisse dal mondo nel quale si è rinchiuso e che ricominciasse a vivere, ma Luca non accetta che lei interferisca nella sua vita. La discussione si fa animata, una distrazione, un camion pesante attraversa la strada, l’impatto sembra inevitabile. 

Miracolosamente, non è successo nulla. 

L’orologio del cruscotto segna 16.43. 

Dopo di te – Oltre le onde del mare è un romanzo breve a due voci, un dramma che racconta il conflitto tra una madre e un figlio. Un tragitto verso il mare che si rivela una catarsi dentro le loro vite. Un racconto di esigenza, di parole taciute e di riconciliazione, una via di mezzo tra un diario e un monologo teatrale. 

Un viaggio… oltre le onde del mare.

PREFAZIONE

Dopo di te – Oltre le onde del mare

Siamo abituati a vedere Matteo Tosi in televisione, al cinema, in teatro. Il suo percorso artistico è notevole, da sempre impegnato nello spettacolo, nella cultura e nel sociale. Questa volta l’attore, produttore e regista veneto si mette alla prova nella scrittura con un romanzo breve a due voci “Dopo di te – Oltre le onde del mare”. Protagonista della storia è Luca insieme alla madre Hélène, donna affascinante che ha vissuto una vita nel jet set internazionale.  Il rapporto madre-figlio in letteratura è stata affrontato da scritturi di ogni tempo con uno sguardo ampio fino ai giorni nostri, ma alla soglia del Novecento ha raggiunto il suo apice con la psicoanalisi. Nella Divina Commedia, ad esempio, la figura di Beatrice nel rapporto con Dante è quasi ‘materna’, si può accostare all’affetto di un piccolo con la madre. Come non ricordare la madre di Ombretta in ‘Piccolo mondo antico’, la madre di Cecilia ne ‘I promessi sposi’, la madre di tutti, la madre coraggio di Bertold Brecht, per passare poi alla protagonista del romanzo di Lalla Romano “Le parole tra noi leggere” del 1969 che affronta la difficoltà di comunicazione tra genitori e figli. Il suo è un girare intorno a un personaggio tanto vicino quanto lontano e possiamo dire che questo corrisponde anche all’opera di Tosi, che con una scrittura teatrale ci conduce in un viaggio intimo, carico di sentimenti ed emozioni contrastanti.  Il romanzo si apre proprio con le indicazioni sceniche per un’azione teatrale. Si ha subito l’impressione di essere seduti comodamente in platea per assistere al primo atto. Arriva immediato lo stato di agitazione del protagonista ed il lettore non può sottrarsi. Poi la sequenza si sposta sulla figura di Hélène al pianoforte, la musica è quella realtà che la risolleva dalle angosce, ma c’è qualcosa che la tormenta. Lo stacco avviene quando lei si alza e va dal figlio, è lì il principio, la ricerca di un contatto. Chiede a Luca di andare al mare. Inizia il viaggio e sono i gesti, le espressioni, i movimenti accennati e le pause, più che le parole a raccontare. E’ il silenzio tra i due a dare voce a pensieri infiniti sottaciuti. Non è facile comunicare, intendersi, capirsi, specialmente quando si sono vissute situazioni complesse, soprattutto quando si è madre e figlio. “Certi luoghi non possono cambiare” scrive l’autore, consapevole che il cambiamento può avvenire solamente dentro di noi. Sono le esperienze a renderci diversi, a farci maturare o regredire. Fa parte della vita. La scrittura di Tosi è visiva, riflessiva, poetica, molto equilibrata, cinematografica. In questo intenso dialogo a due voci, si scoprono le emotività proprie di ogni singolo protagonista. Entrambi compiono un percorso dentro di sé e lo fanno con la speranza di riuscire a farsi comprendere. Tra ricordi e riflessioni si va tra luoghi della memoria e luoghi reali e si riallineano le tappe di un’esistenza che racchiude momenti sereni e altri più cupi. Una corsa verso il mare, parafrasi dell’obiettivo della vita, che ha tutta la bellezza di un affetto che passo dopo passo ritrova i suoi equilibri. Tosi ha dato forma ad una storia autentica e profonda in cui ognuno può riconoscersi. Sapersi ascoltare, accettare, perdonare, è una grande forma d’amore verso se stessi e gli altri. Il mare rievoca il mondo inconscio, rimanda allo stato emotivo ed è la giusta destinazione per la riconciliazione. 

Michela Zanarella

Una breve e sintetica biografia di Matteo Tosi

Attore, produttore e regista di spettacoli, Matteo Tosi si laurea in Discipline Arti Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna e contestualmente si diploma Attore e Operatore Teatrale. Lavora in teatro, fiction Rai e Mediaset (L’Ispettore Coliandro, Incantesimo, Carabinieri, Crimini, Nordest ecc.) e cinema nazionale e internazionale. Nel 2016 è tra i protagonisti della serie filippina Dolce Amore. Ha grande esperienza anche nei campi televisivo e pubblicitario, nei quali si è mosso soprattutto all’inizio della sua carriera, lavorando anche con alcuni grandi nomi della musica (Zucchero, Venditti, Mango). Nel 2009 riceve il Premio Adolfo Celi al festival del Cinema di Messina e nel 2011 il Premio Euromediterraneo per la sceneggiatura del Cinemusical Opera Palladio. Per l’impegno sociale gli viene conferito nel 2015 il Giglio D’Oro. 

Sito web: www.matteotosi.net

(NdR) Consiglio caldamente la lettura di questo libro. Un racconto breve che ci spingerà, nostro malgrado, ad intraprendere un viaggio interiore nelle recondite, più profonde e autentiche pieghe della nostra anima. Buona lettura!

Pubblicato da paolobran

#Coach, #giornalista, #brandambassador, #attualità #notizie, #salute #benessere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: